23 fatti divertenti su Raspberry Pi 400

Il nuovo Raspberry Pi 400 è un fattore di forma completamente nuovo per Raspberry Pi (l'azienda). Abbiamo compilato una lista di 23 fatti sul Raspberry Pi - inclusi alcuni insoliti!

Godetevi, e fateci sapere nei commenti se conoscete altri fatti strani sul Raspberry Pi 400.

#1 Raspberry Pi 300 esiste, ma non è mai stato rilasciato

L'idea originale di un Raspberry Pi integrato in una tastiera è nata nel 2016!

A Raspberry Pi 300 basato sul Pi 3B+ era l'idea iniziale, e anche nelle fasi di prototipo, ma Raspberry Pi ha capito rapidamente che con un prodotto di quella complessità, Raspberry Pi 4B sarebbe già sul mercato, una volta che Pi 300 sarebbe pronto - e Pi 300 sarebbe sembrato un downgrade.

Siamo felici che Raspberry Pi abbia scelto di fare il Raspberry Pi 400 con 4 GB di RAM invece, poiché Pi 300 sarebbe stato limitato a 1 GB di RAM 🙂

Fatto bonus: Raspberry Pi ha fatto inizialmente la tastiera e il mouse ufficiali, al fine di ottenere un po' di esperienza sul campo e perfezionare prima il design della tastiera; già allora stavano pensando al nuovo fattore di forma Pi-in-tastiera.

Fatti su Raspberry Pi di Raspi Berry
Raspberry Pi 400 visto dalla vista frontale dall'alto
Raspberry Pi 400 visto di fronte

#2 Raspberry Pi 400 è stato progettato da Simon Martin

Molti progettisti hardware lavorano per Raspberry Pi, e il team continua a crescere. Rispetto ad altri produttori di computer (con forse l'eccezione dei designer principali di Apple, come Johny Ive), non conosciamo mai le persone dietro i progetti. Raspberry Pi è diverso, e onora i suoi ingegneri, e ringrazia i collaboratori:

Alwyn Roberts, Andy Liu, Anthony Morton, Antti Silventoinen, Austin Su, Ben Stephens, Brendan Moran, Craig Wightman, Daniel Thompsett, David Christie, David John, David Lenton, Dominic Plunkett, Eddie Thorn, Gordon Hollingworth, Helen Marie, Jack Willis, James Adams, Jeremy Wang, Joe Whaley, Keiran Abraham, Keri Norris, Kuanhsi Ho, Laurent Le Mentec, Mandy Oliver, Mark Evans, Michael Howells, Mike Buffham, Mike Unwin, Peter Challis, Phil Elwell, Rhys Polley, Richard Jones, Rob Matthews, Roger Thornton, Sherman Liu, Simon Lewis, Simon Oliver, Tim Gover, Tony Jones, Viktor Lundström, Wu Hairong, e tutti gli alpha tester e rivenditori che hanno reso possibile Raspberry Pi 400.

Crediti Raspberry Pi per i collaboratori di Raspberry Pi 400

Potresti essere interessato a Il blogpost di Simon Martin sulla progettazione del Raspberry Pi 400.

#3 Raspberry Pi 400 è il primo Raspberry Pi ad avere un pulsante on/off

I Raspberry Pis sono noti per essere progettati per essere il più basso costo possibile, mentre forniscono la massima utilità per il maggior numero di utenti possibile. Ogni caratteristica deve essere giustificata dal punto di vista dei costi, deve "ripagare se stessa".

Non c'è da stupirsi che Raspberry Pi non abbia incluso alcun pulsante di spegnimento o di accensione sui loro precedenti modelli di Raspberry Pi - collegare e scollegare l'alimentatore era altrettanto facile, o spegnere il RPi usando SSH / il menu del Raspberry Pi OS.

Bene, Raspberry Pi 400 ha rotto con quella tradizione, e ha incluso una caratteristica che molte persone considererebbero essenziale per un computer moderno.

Il Pi 400 si avvia immediatamente - simile a un Raspberry Pi 4 - quando si attacca l'alimentazione. Ma ora avete la possibilità di spegnerlo:

  • Tenere premuti Fn + F10 per due secondi per un spegnimento morbido
  • Tenere premuti Fn + F10 per dieci secondi per un spegnimento duro
  • Premere F10 (o Fn + F10) per riaccendere il Raspberry Pi 400

Con il soft power-off, il Raspberry Pi 400 farà sapere a Linux che è ora di spegnersi, e gli permetterà di fare qualsiasi attività di pulizia necessaria. E' sempre bene spegnere correttamente i vostri Raspberry Pi, per essere sicuri che non si verifichi alcuna perdita di dati!

Fatto bonus: il controller della tastiera Holtek è responsabile di questa particolare magia: guiderà il PMIC (power management IC) principale del Raspberry Pi 400 in modalità deep power-off, e lo riabiliterà nuovamente. Questo risparmia energia nello spegnimento.

Conoscenze di base di Raspi Berry

#4 L'overclock del Raspberry Pi 400 è possibile

Per essere un Raspberry Pi, il Raspberry Pi 400 è molto potente. Naturalmente, questo non ci impedisce di cercare di spremere ancora più velocità da esso.

L'Rpi 400 è progettato per funzionare a 1,8 GHz. I progettisti sono, ovviamente, persone conservatrici che vogliono assicurarsi che il vostro Pi 400 funzioni ugualmente bene in uffici con aria condizionata, ma anche in ambienti piuttosto caldi.

Con un processo noto come overclock, potete rendere il vostro Pi più veloce. Jeff Geerling ha testato le acque per noie riesce a far funzionare il suo Pi 400 a 2,2 GHz. Grazie all'heatspreader in alluminio, il suo Pi 400 non si surriscalda e non si accelera, anche a pieno carico!

Il Raspberry Pi 400 overclockato di Jeff Geerling! video

Vuoi overcloccare il tuo Raspberry Pi 400?

Abbiamo ha costruito un web-tool gratuito e semplice da usare per trovare le impostazioni di overclock che dovrebbe funzionare per voi: Strumento di overclock per Raspberry Pi. Il nostro strumento include anche le impostazioni per overcloccare Raspberry Pi 4, Raspberry Pi 3, Raspberry Pi 2, e altri modelli seguiranno.

Se non vuoi usare il nostro strumento: Tutto ciò di cui hai bisogno è di modificare config.txt (nella partizione FAT, accessibile come /boot/config.txt sul vostro Raspberry Pi) e aggiungere:

sovratensione=6
arm_freq=2200
gpu_freq=750
arm_freq_min=1800
core_freq=600

(Questo era condiviso nel forum Raspberry Pi da mrlinux2u, come la sua ricetta solida come la roccia per overcloccare il Raspberry Pi, senza dover impostare il flag force_turbo - grazie mille!).

Se vi sentite più avventurosi, invece di questo, potreste anche aggiungere la configurazione di Jeff Geerling con over_voltage più alto e force_turbo:

forza_turbo=1
over_voltage=8
arm_freq=2200

Salvate e riavviate il vostro RPi 400. Provate a farlo funzionare così per un giorno, per vedere se funziona ancora in modo affidabile. In caso contrario, provate una frequenza più bassa.

Secondo Jeff Geerling, la riproduzione di YouTube in Chromium funziona un po' meglio quando si overclocca il Raspberry Pi in questo modo.

Se volete overcloccare il vostro Raspberry Pi, assicuratevi di leggere la nostra introduzione all'overclocking (include test per la stabilità, consigli su cosa fare se l'overclock non funziona, e altro ancora!)

PiCockpit vi mostrerà la frequenza attuale della CPU e monitorerà il throttling

Se vuoi monitorare la frequenza attuale della CPU del tuo Raspberry Pi, PiCockpit ti ha coperto:

PiCockpit PiDoctor Informazioni sul sistema, mostrando il numero di serie di Raspberry Pi, il modello, la frequenza corrente della CPU, il throttling e il sottotensione
Frequenza attuale della CPU nel modulo PiDoctor System di PiCockpit

Usa l'app PiCockpit "PiDoctor", e monitorare la frequenza attuale della CPU, e il throttling / sottotensione del vostro Raspberry Pi 400.

Cliccate sull'interruttore di auto-reload per abilitare un aggiornamento di stato ogni 10 secondi. In questo modo, vedrai se l'alimentatore che stai usando per il Raspberry Pi 400 può fornire la potenza necessaria per l'overclocking, e se la CPU sta colpendo i limiti termici.

Buon divertimento con l'overclocking 🙂

#5 Le porte USB sono sul lato sinistro a causa di vincoli di progettazione

Gli ingegneri Raspberry Pi sanno che ci sono più persone destre (circa 85 - 90 %, rispetto a circa 10 -15 % mancini in Europa).

Eppure, non si può discutere con i limiti del design del PCB (e con i segnali ad alta velocità, come l'USB)! Per risparmiare sui costi, il PCB dovrebbe essere il più piccolo possibile, e avere meno strati di segnale possibile. E Raspberry Pi si occupa molto di portare sul mercato l'hardware più economico.

Quando Simon Martin si è imbattuto in problemi con le linee USB che attraversavano i segnali delle porte HDMI e le linee RAM, e questo potenzialmente causava problemi di integrità del segnale, ha optato per avere invece le porte USB dall'altra parte.

Infatti, molte persone destre usano/utilizzano il mouse anche con la mano sinistra.

Raspberry Pi 400 visto dal retro, che mostra le porte USB
Le porte USB sono sul lato sinistro della tastiera del Pi 400 (lato destro in questa foto, poiché stiamo guardando il retro di un Raspberry Pi 400)

#6 Raspberry Pi 400 usa solo la metà della potenza di cui ha bisogno un Commodore C64

Molte persone diventano piuttosto nostalgiche quando ricordano il fattore di forma che aveva l'adorabile C64 (stimato da alcuni come il più popolare computer singolo mai venduto)!

È divertente confrontare il Raspberry Pi 400 con un C64. Il blogpost di Simon Martin ha una bella tabellaEcco i punti salienti:

  • Raspberry Pi 400 userà circa la metà della potenza (max ~ 7,5 W) rispetto a un C64 (max ~ 15 W)
  • ... ma sarà 430000 x più veloce
  • ... ha 65536 x più RAM (4 GB invece di 64 KB)
  • Il Raspberry Pi 400 pesa circa un quinto (0,39 kg) rispetto al C64 (1,77 kg)

Il Commodore C64 è stato chiamato così per la dimensione della RAM, è in realtà una piattaforma a 8 bit - mentre il Raspberry Pi 400 è una piattaforma a 64 bit.

La conoscenza storica dell'informatica di Raspi Berry

È anche divertente confrontare il prezzo. Poiché il C64 è apparso nel 1983 (sul mercato tedesco), iora costerebbe 1470 € in potere d'acquisto equivalente. E come sappiamo, il Raspberry Pi 400 al dettaglio per meno di 100 €.

Quasi 15 volte più economico - un buon rapporto qualità-prezzo, rispetto a un C64, non sei d'accordo? 🙂

#7 l'intestazione GPIO è sulla testa rispetto al Pi 4 - per una ragione!

Porta GPIO del Raspberry Pi 400, che mostra i segni PIN1 e PIN40.
Una vista dei pin GPIO sul retro del Pi 400.

Siamo abituati all'header GPIO a 40 pin sul Raspberry Pi - ha fatto la sua prima apparizione sul Raspberry Pi 1B+, ed è stata una delle costanti della line-up Raspberry Pi da allora. Compreso il Pi 400!

Di solito, il PIN 1 del GPIO è nell'angolo in basso a sinistra della striscia di pin GPIO, comunque!

Nella porta GPIO di Raspberry Pi 400, vedrete che PIN40 e PIN1 sono contrassegnati, e Il PIN 1 è ora in alto a destra. L'intestazione dei pin GPIO è stata capovolta!

C'è una ragione.

Se si attacca un HAT GPIO, di solito è progettato per adattarsi al Raspberry Pi, e coprirà l'area del PCB del Raspberry Pi. Se Raspberry Pi avesse progettato il Pi 400 in questo modo, l'HAT andrebbe giù - e il Pi 400 non sarebbe più in grado di appoggiarsi sulla scrivania.

Con il modo in cui è progettato ora, la porta GPIO permetterà di collegare HATs - e andranno verso la parte superiore del Raspberry Pi 400.

Un modo più conveniente per collegare HATs e utilizzare la porta GPIO, sarebbe quello di eseguire un cavo IDC maschio-femmina come estensione, però.

#8 Pi 400 non manca una porta USB, tre è tutto ciò che si ottiene

Raspberry Pi 400 ha due porte USB 3.0 e una porta USB 2.0 accanto alla porta GBit LAN

Questo non è dovuto a limiti di spazio: il Pi 400 ha solo tre porte USB a cui puoi collegare le tue periferiche.

Il motivo è semplice: ricordate che la tastiera è già integrata in Raspberry Pi 400. Ha bisogno di un modo per interfacciarsi al SoC, quindi una delle porte USB 2.0 è stata scelta per permettere di farlo!

Quindi tre porte USB è tutto ciò che si ottiene 🙂 Due USB 3.0 (blu) e una USB 2.0 (bianca).

#9 Il jack audio (AV) non andava bene

Il jack audio (AV), anch'esso una costante fin dai primissimi giorni del Raspberry Pi Model 1B (mancante sulla serie Zero, ovviamente), è stato eliminato sul Raspberry Pi 400.

La ragione è semplice: non c'è spazio sul retro del Pi 400 per un'altra spina.

Raspberry Pi 400 vista posteriore, connettori
Il Raspberry Pi 400 ha molti connettori sul retro - è piuttosto angusto, non c'è spazio per una porta audio

Puoi ancora ottenere l'audio attraverso la porta HDMI, attraverso un adattatore USB economico o cuffie USB, o Bluetooth. E se vuoi una qualità superiore, puoi anche usare un HAT GPIO per questo scopo, per esempio la serie di prodotti HifiBerry, o il Prodotti Pirate Audio da Pimoroni.

#10 Il Raspberry Pi 400 ha un nome in stile computer anni 80

Gli anni '80 sono stati un'epoca di sistemi home computer - l'Apple ][, il Commodore C64 e l'Atari 400.

L'Atari 400 apparve nel 1979. Secondo Eben Upton, non era molto popolare in Gran Bretagna, però - e Raspberry Pi 400 ha un nome che ricorda i nomi usati negli anni '80 in generale.

Atari aveva anche una versione Atari 800 - forse questo ispirerà Raspberry Pi?

Raspi Berry che specula sul futuro

#11 Raspberry Pi 400 ha un SoC BCM2711 più recente (rispetto al Pi 4!)

Il Raspberry Pi 400 ha la revisione C0 del BCM2711. Parte dei cambiamenti è stato migliorato il "clock gating". Questo permette alle parti del SoC di spegnersi per risparmiare energia e diminuire il calore. A sua volta, il SoC può ora essere clockato a 1,8 GHz.

Il miglioramento del clock gating significa anche relativamente diminuzione del consumo di energia .

Il Modulo di calcolo 4 ha anche ricevuto la stessa revisione aggiornata del C0 SoC.

Altri Raspberry Pis (Pi 4 / 2GB, 4GB, 8GB) usano ancora lo stepping B0.

#12 Il dissipatore di calore in alluminio è la parte più pesante del nuovo Pi 400

Con un peso di circa 100 g, il dissipatore incorporato dà al Raspberry Pi 400 una bella sensazione di solidità.

Se siete interessati alle termiche del Raspberry Pi 400, assicuratevi di leggere l'articolo di Toms Hardware su di esso.

#13 Si può avere qualsiasi colore purché sia bianco/rosso

Ricordate la famosa frase di Ford sul modello Ford T?

Puoi avere qualsiasi colore, basta che sia nero.

Henry Ford - parlando del modello Ford T nel 1909

C'è una ragione anche per questo! Lo stampo in plastica necessario per creare le parti in plastica per il Raspberry Pi 400 è molto costoso - per usare colori diversi, dovrebbe essere spento, cambiato e anche sprecare un certo numero di parti in plastica di "colore misto" - o sarebbe necessario fare un secondo stampo.

Dato che il Raspberry Pi 400 è molto richiesto, chiudere lo stampo non è un'opzione (inoltre, sprecare della plastica non sembrerebbe molto da Raspberry Pi!)

Inoltre, ci sono molte nuove varianti del Raspberry Pi 400, poiché deve avere la tastiera in molte lingue locali. Avere ulteriori set di opzioni di colore renderebbe questo ancora più difficile per tutti coloro che si occupano di produzione e distribuzione (compresi noi, a buyzero.de)

Buone notizie per le persone che preferirebbero una tastiera scura, tuttavia: un po' di tempo dopo, apparirà un Raspberry Pi 400 nero/grigio, poiché "le aziende lo preferiscono così".

Raspberry Pi 400 sta benissimo su uno sfondo scuro - forse è il colore della scrivania che dovrebbe essere cambiato invece?

#14 Pi 400 è pronto a partire dalla scatola

Raspberry Pi 400 (Kit) è la prima unità veramente "plug and play" - la scheda SD è già inserita, e ha Raspberry Pi OS su di essa. L'unità si avvierà, mentre si inserisce l'alimentatore e la si collega a una presa a muro.

Come tale, Raspberry Pi 400 probabilmente piacerà a molti più consumatori che potrebbero essere un po' sconcertati e confusi dal dover inserire il PCB in un case da soli, come nel caso di un Raspberry Pi 4.

Naturalmente, il nuovo fattore di forma sarà anche una benedizione nelle scuole, nelle università, negli Internet café (se sono ancora una cosa), e in molti altri luoghi - dove la configurazione rapida e facile è la cosa più importante.

I codici di revisione #15 lasciano intendere che ne arriveranno altri

Il Compute Module 4 (CM4) ha il codice del tipo di prodotto 14, e Raspberry Pi 4B ha il codice del prodotto 11.

CM4 è apparso un po' prima del Pi 400 - e che c'era qualcosa in arrivo, e presto, è stato suggerito dallo spazio tra i codici dei prodotti.

Raspberry Pi 400 ha un codice prodotto di 13 - lasciando ancora un misterioso vuoto del numero non assegnato 12 (anche 7 e b - sono numeri esadecimali) nella formazione.

Codice di revisione Raspberry Pi codici prodotto tratto da Raspberrypi.org

Questo naturalmente lascia il campo aperto alle speculazioni: a cosa è riservato il codice prodotto 12? Vedremo mai il prodotto con il codice di tipo b?

La mia migliore ipotesi è che il codice del tipo di prodotto "b" fosse riservato al Pi 300 originariamente previsto (vedi sopra).

Decodificare il codice di revisione usando PiDoctor

PiDoctor decodifica il codice di revisione per te

Utilizzando L'applicazione PiDoctor di PiCockpitsarete in grado di decodificare il vostro codice di revisione in dettaglio - imparare quale modello di Raspberry Pi, revisione e dimensione della RAM avete - dove è stato fabbricato, e qualsiasi bit aggiuntivo salvato nel codice di revisione. È un modo semplice per scoprire di più sul tuo Raspberry Pi!

#16 Il coperchio della tastiera del Raspberry Pi 400 è lo stesso della tastiera ufficiale del Raspberry Pi

Questo permette di ridurre drasticamente i costi, perché c'è bisogno di meno tooling. Vedete, come Raspberry Pi cerca di abbassare i costi ovunque, portandovi ad un prodotto da 100 €?

#17 ... quindi puoi cambiare la tastiera!

Il coperchio della tastiera ufficiale non è solo fisicamente / meccanicamente compatibile, ma ha anche un cavo flat-flex compatibile. Questo significa che potete semplicemente scambiare la tastiera del Raspberry Pi 400 con la parte superiore del tastiera ufficiale Raspberry Pi.

Il Raspberry Pi 400 starebbe bene in un design di colore nero/grigio - ecco la tastiera ufficiale in nero-grigio

Questo vi permetterà di avere un top nero, senza dover aspettare che Raspberry Pi rilasci una nuova variante del Raspberry Pi 400!

Per chiunque sia curioso, ecco alcune foto.

#18 Non basato sul modulo di calcolo 4

Secondo Eben Upton, se il Raspberry Pi 400 fosse stato costruito come una scheda carrier per il modulo di calcolo 4, sarebbe costato da $5 a $10 in più per unità. Nei prodotti ad alto volume, come il Raspberry Pi 400 (già a diverse 100000 unità), un design PCB personalizzato è la strada da percorrere.

Se state guardando meno di circa 10000 unità, il modulo di calcolo 4 vi permetterà di abbassare i costi, tuttavia.

Se sei interessato ad avere una scheda carrier personalizzata sviluppata per il Raspberry Pi Compute Module 4, prendi in considerazione l'utilizzo dei nostri servizi di sviluppo hardware:

#19 Una soluzione elegante in alluminio

Come accennato in precedenza, il Raspberry Pi 400 contiene un solido pezzo di alluminio in ogni unità. Grazie all'efficace conduzione del calore, naturalmente, Raspberry Pi 400 è sicuro da usare per bambini e adolescenti. Ma c'è di più!

Questo alluminio serve a tre scopi importanti:

  • Conduzione del calore - per permettere al SoC di svolgere il suo lavoro senza strozzature
  • scudo elettromagnetico - schermatura dei segnali ad alta frequenza (come l'USB 3) dall'interferire con gli altri dispositivi
  • rinforzo strutturale (resistenza alla torsione) - assicura che il Pi 400 si senta come il prodotto solido che è

Come sviluppatore, è molto eccitante trovare soluzioni eleganti che coprono più aree problematiche tutte in una volta - sono abbastanza sicuro che Simon Martin deve essere soddisfatto dei risultati 🙂

#20 un nuovo fattore di forma

Se il nuovo fattore di forma del computer con tastiera ha successo sul mercato, dovrebbe iniziare un nuovo fattore di forma per Raspberry Pi. Vedremo un Raspberry Pi 500, un Raspberry Pi 600, e forse un giorno anche un Raspberry Pi 800.

Altri fattori di forma attualmente includono il Compute Module (4 contro 3B+ e precedenti), il fattore di forma standard Raspberry Pi (Pi 4, Pi 3, ecc.) e il fattore di forma Zero (Zero W / Zero WH).

È diventata una bella famiglia 🙂

#21 non solo un Pi 4 in una nuova custodia

Il nuovo Raspberry Pi ha un nuovo PCB completamente personalizzato. Non è solo un "Raspberry Pi 4 in un nuovo case", anche se un po' di silicio (chip) è condiviso tra diversi modelli di Raspberry Pi, come il chip VIA PCI Express to USB 3.0 bridge.

Il Raspberry Pi 4 Model B nel suo case Raspberry Pi sembra un po' diverso dal Pi 400, giusto?

#22 Il lucchetto Kensington protegge il Raspberry Pi 400 dal furto, ma non come pensi tu

Il lucchetto Kensington è vicino al jack Ethernet

Il Raspberry Pi 400 include un Serratura di Kensington struttura. Si tratta di un buco per attaccare un cavo di sicurezza, che dovrebbe prevenire i furti.

Secondo Eben Upton, il lucchetto Kensington in questa revisione del prodotto non è progettato per prevenire direttamente il furto: piuttosto, ridurrà il valore di rivendita di qualsiasi unità rubata. (E quindi renderà il furto poco attraente)

E naturalmente, "l'occasione fa il ladro" - se richiede più forza per rubare, probabilmente scoraggerà alcuni aspiranti ladri.

#23 Raspberry Pi 400 avrebbe potuto avere un touchpad o un TrackPoint

Eben Upton dice che c'erano considerazioni sull'integrazione di un TrackPoint (noto anche come stick di puntamento) nella tastiera. La maggior parte dei ThinkPad IBM e Lenovo li avevano. Ci vuole un po' per abituarsi, ma ha il grande vantaggio di non dover sollevare le mani dalla tastiera.

Un TrackPoint si sarebbe adattato perfettamente al fattore di forma - alla fine, però, Raspberry Pi ha deciso di non farlo.

È stato anche considerato un touchpad, ma l'idea è stata abbandonata perché molti utenti preferirebbero i propri dispositivi di puntamento. E Raspberry Pi è tutto per fornire il massimo valore alla maggior parte degli utenti. Come gli orologi in tempo reale - gli utenti che hanno bisogno di un orologio in tempo reale possono semplicemente aggiungerne uno usando la porta di espansione GPIO.

Guarda questa affascinante intervista con Eben Upton, per sentire i suoi pensieri sul TrackPoint e molte altre domande sugli attuali prodotti Raspberry (incluso Windows su Raspberry Pi!):

Tom's hardware intervista Eben Upton e risponde alle domande del pubblico

Fattore bonus: porta USB 2.0 OTG

Come sul Raspberry Pi 4, la porta USB 2.0 OTG è esposta anche sul Raspberry Pi 400, sul connettore di alimentazione USB C. Tecnicamente parlando, quindi, si ottiene di nuovo la quarta porta USB 🙂

Conclusione

Il Raspberry Pi 400 è una nuova piattaforma eccitante, e un sacco di amore è andato nella sua creazione. Mancano alcune caratteristiche a cui siamo abituati sul fattore di forma Raspberry Pi SBC, ma forse questa è una buona cosa!

Commenta qui sotto qual è la tua nuova caratteristica preferita di Raspberry Pi, e se ci siamo persi qualche altro fatto interessante sul nuovo computer a tastiera.

9 commenti

  1. [...] ● NEWS ● #picockpit #Hardware ☞ 23 fatti divertenti #RaspberryPi 400 https://picockpit.com/raspberry-pi/23-fun-raspberry-pi-400-facts/ […]

  2. CooliPi in Novembre 17, 2020 il 11:23 pm

    #3 - Spegne l'alimentazione del GPIO? Certamente 3.3V (per gentile concessione del PMIC), che dire di 5V?

    • raspi berry in Novembre 18, 2020 il 6:59 pm

      Credo che il 5 V sia costantemente acceso, come in altri Raspberry Pis. Proverò questo nel fine settimana e riferirò qui.

      • raspi berry in Novembre 21, 2020 il 3:21 pm

        Ho provato proprio ora. Entrambi i pin da 3,3 V (pin GPIO #1 e #17) ed entrambi i pin da 5 V (pin GPIO #2 e #4 ) sull'intestazione GPIO sono spenti quando il Pi 400 è soft-powered off. Quindi nessuna alimentazione è fornita all'intestazione GPIO quando il Raspberry Pi 400 è spento.

  3. El Pinguino in Novembre 24, 2020 il 5:45 am

    è triste che non ci sia una porta mini jack da 3,5 mm. tutti i progetti che ho costruito su pi la usano. inoltre, se è un pc economico per l'istruzione - gli studenti avrebbero bisogno di ascoltare, come possono usare cuffie/altoparlanti? i display economici non hanno altoparlanti

    • raspi berry in Novembre 26, 2020 il 9:23 am

      Sono d'accordo, un mini jack da 3.5mm è anche quello che cerco negli smartphone. Per fortuna un adattatore audio USB è estremamente economico - probabilmente sotto i 5 $ di costo aggiuntivo, quindi chi ha bisogno dell'uscita audio può semplicemente aggiungere un tale adattatore.

      Per i progetti forse il Pi 400 non è la scelta migliore - continuerei ad andare con il Pi 4, ecc.

      Si noti che anche il Pi Zero W non include una porta audio.

  4. René Weber in Dicembre 9, 2020 il 10:40 am

    Fatto #6
    Cosa confrontate esattamente per ottenere il risultato "P4-400 è 430000 x più veloce del c64"?

  5. anjsdnadnjasndjan in Febbraio 7, 2022 il 10:12 am

    "Dato che il Raspberry Pi 400 è molto richiesto, chiudere lo stampo non è un'opzione (inoltre, sprecare della plastica non sembrerebbe molto da Raspberry Pi!)

    Inoltre, ci sono molte nuove varianti del Raspberry Pi 400, poiché deve avere la tastiera in molte lingue locali. Avere ulteriori set di opzioni di colore renderebbe la cosa ancora più difficile per tutti coloro che si occupano di produzione e distribuzione".

    ma anche

    "#16 Il coperchio della tastiera del Raspberry Pi 400 è lo stesso della tastiera ufficiale del Raspberry Pi
    #17 ... quindi puoi cambiare la tastiera!"

    Lol sì.

    Mi dispiace ma hanno sprecato una grande opportunità...

    È passato ormai più di un anno e smetto di credere che il colore alternativo arriverà ancora.

Lascia un commento